I pungenti collages di Eugenia Loli

Rising Mountain

uk-icon Un collage è sempre il risultato di immagini che già esistono e che una volta ‘assemblate’ insieme stimolano a vedere nuove ed inaspettate chiavi di lettura. É però un processo associativo meno immediato di quanto si possa pensare. Basta vedere le opere di Eugenia Loli  per rendersi conto che un collage può diventare un vaso di Pandora, da cui si libera un incessante flusso di significati mutevoli.

Every Act of Creation is First an Act of Destruction

Ogni atto creativo è prima un atto distruttivo: Eugenia Loli titola così il collage qui sopra, in cui due uomini in abito sembrano intenti ad un pranzo di lavoro, le loro teste trasformate in vulcaniche esplosioni (di idee?). Lo stesso di può dire dell’arte di Eugenia Loli: la distruzione di immagini pre-esistenti è il terreno su cui fiorisce la sua vulcanica ed inesauribile creatività.

Room With An Almost View

10749948_671718526277428_64127038475666671_o

Self-Conditioning

Tra le fonti preferite da cui Eugenia Loli trae i propri frammenti visivi ci sono le riviste vintage (che scannerizza perché non vuole tagliarle). Eugenia Loli ha cominciato a fare collages dopo essersi resa conto che il loro fascino retrò possiede una notevole dose di potenziale espressivo, se usato con un’intelligente ed equilibrata mescolanza di tagliente ironia e profonda sensibilità. Non sorprende, dunque, che tanti dei suoi lavori richiamino le immagini degli anni Cinquanta, anche se reinventate in chiave distorta.

Overstimulation of the Senses

Choregasm

OCD Lady

L’eccesso di stimoli passivi che arriva dalla televisione, un grattacielo di piatti sporchi (dall’intraducibile titolo Choreorgasm, che significa qualcosa come ‘orgasmo da lavoro domestico’), la compulsione di una casalinga per le pulizie che supera il limite (e la proporzione), tutte queste immagini hanno in comune l’immediata ironia. Ma l’arte di Eugenia Loli va oltre. I suoi lavori mettono in scena micro narrative in cui gli elementi visibili utilizzati dall’artista fungono da chiave d’accesso per invisibili giochi d’associazione. Ci vuole un po’ più di tempo e attenzione per poterli interpretare in maniera personale. Per esempio, a cosa vi fa pensare  la cornucopia floreale che fuoriesce dalla bocca aperta della paziente del dentista nell’opera Holistic Approach (immagine sotto)? I fiori sono comunemente un simbolo positivo, ma la posa della paziente e la dedizione professionale del dentista suggeriscono un altro genere di esperienza…

Holistic Approach

Se si pensa che i fiori sbocciano ma poi appassiscono, possono essere la perfetta rappresentazione di una relazione amorosa…

Flourishing Relationship

Eugenia Loli realizza anche intriganti ritratti di misteriosi volti anonimi dalle molteplici ‘facce’.

1658732_566617740120841_6172273289888059410_o

Normalization

Zimbardo

Il dittico composto da Introverso ed Estroverso (sotto) mi ha fatto pensare subito al libro Quiet – Il potere degli introversi in un mondo che non sa smettere di parlare, scritto da Susan Cain, la quale mette in dubbio il pregiudizio positivo collegato all’estroversione contro a quello negativo associato all’essere introversi.

intro-extro_500

Ma questa è soltanto un’associazione mia personale, perché come dice Eugenia Loli stessa: ‘il significato che dai ad un’opera è solo una questione di prospettiva e dipende dalle esperienze personali e le opinioni maturate da ciasuno’.

Per trovare le vostre associazioni potere visitare il sito e la pagina Facebook di Eugenia Loli. Potete anche comprare i suoi lavori qui.

Si ringrazia Eugenia Loli per l’utilizzo delle immagini.

via The Jelaous Curator

uk-icon

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...